La senese Bianca Piccolomini Clementini diventa venerabile Stampa
Mercoledì 16 Marzo 2016 17:44

LA SENESE BIANCA PICCOLOMINI CLEMENTINI DIVENTA VENERABILE. Forse in pochi hanno notato una notizia, clamorosa e bellissima, pubblicata sul settimanale diocesano Toscana Oggi, inserto senese, a pagina 7 del numero in edicola con la data di domenica 13 marzo 2016: la senese Bianca Piccolomini Clementini (Siena 1877 - 1959) diventa venerabile. Dunque, ancora una figlia di Siena ad arricchire le legioni di santi, beati e venerabili senesi. Venerabile è il primo gradino della santità, riconosciuto dalla Chiesa, e come dice la parola stessa la persona indicata è degna di essere venerata, non semplicemente ammirata o presa a modello.

 

 

L’annuncio, in tutta semplicità, è stato dato in Duomo dall’arcivescovo durante una cerimonia per le cresime dei ragazzi. Queste le parole rivolte dall’arcivescovo ai fedeli presenti, e riprese da Toscana Oggi: “Proprio due giorni fa una nostra concittadina, Bianca Piccolomini, è stata annoverata tra i venerabili, per le sue virtù eroiche. E’ la prova che i nostri santi non sono solo quelli del medio evo. Ella è stata eroicamente cristiana, nel modo in cui si è resa disponibile all’aiuto dello Spirito Santo e ne ha saputo riconoscere la presenza nella sua vita”.

Diciamo due parole sulla nostra illustre concittadina. La contessa Bianca Piccolomini Clementini, nata dalla grande famiglia senese che fra l’altro dette i natali ai papi Pio II e Pio III, crebbe con una austera educazione cattolica, con spiccata attenzione per il sociale, in particolare per l’enciclica “Rerum Novarum” di papa Leone XIII. Agli inizi del Novecento collaborava attivamente con il fratello Pietro nel cattolicesimo sociale senese. Pietro Piccolomini morì prematuramente nel 1907, ma Bianca ne proseguì l’opera, dando corpo ad iniziative culturali e sociali, ed anche economiche, soprattutto a beneficio delle giovani donne. Non mancarono i contrasti con le gerarchie cattoliche dell’epoca, ma Bianca superò sempre ogni ostacolo e fece crescere le sue opere. Conobbe la Compagnia delle Figlie di Sant’Angela Merici, e il primo nucleo a Siena di tale Compagnia fu costituito nel 1917. Bianca Piccolomini ne era la madre. Nel 1920 veniva aperta la colonia agricola Santa Regina. Alcune opere di madre Bianca continuano ancora oggi a fiorire. Bianca Piccolomini morì nel 1959, e nel 1995 la chiesa cattolica la dichiarava serva di Dio. Ora, il riconoscimento di essere venerabile.