Ma quanti stadi vuole fare il Comune? PDF Stampa E-mail
Archivio - Politica
Giovedì 11 Marzo 2010 19:13

Dal n. 36 del 10 marzo 2010 del settimanale ZOOM.

Va premesso che, normalmente, quello che il Comune inserisce nelle previsioni di spesa del terzo anno del bilancio triennale è spesso destinato a slittare di anno in anno e, quindi, a non essere mai attuato. In pratica, diventa un impegno politico che si assume con i cittadini, la promessa che si cercherà di realizzare l’opera non appena sarà realmente possibile. E’ quello che avviene con l’annoso impegno di costruire il nuovo stadio all’Isola d’Arbia, viene riportato anche quest’anno nel bilancio triennale, ovviamente da realizzare nell’anno 2012, ma con un elemento di novità: la previsione non assomma a 103 milioni di euro, come indicato nel progetto dell’opera,  ma a 68 milioni!

Il fatto sorprende, perché in questi anni la somma era invece sempre lievitata ogni volta che veniva riportata nel bilancio comunale e non sono certo i tempi in cui i prezzi calano. E’ forse stato ridimensionato il progetto? Oppure il misterioso ed oneroso incarico affidato dal Comune per “individuare le forme di finanziamento”, che è stato annunciato lo scorso anno, ha dato dei frutti insperati?

In compenso si nota che, seppur così ridimensionato, lo stanziamento per lo stadio porta a 79 milioni la spesa prevista per “sport e spettacolo” (36,92% del totale degli investimenti), mentre quella per il “settore sociale” si ferma allo 0,69% e per la “sicurezza” allo 0,17%. Se questa è effettivamente la volontà della maggioranza dei senesi, siamo proprio una ben strana città! E se è coerente con la tradizione politica cui si riferisce la maggioranza di governo locale, è un ben strano centrosinistra.

Ma il capitolo stadio non si ferma qui. Nel “triennale” figurano anche 15,5 milioni di euro destinati al nuovo parcheggio di via dei Mille che dovrebbe comprendere il rifacimento della curva San Domenico del Rastrello. A questo punto non si capisce più quale sarà il futuro stadio della città. O, anche qui, vi è una grandiosa idea, quella di avere e mantenere due stadi da serie A?

 

 
© 2008 impegnopersiena