Crocifisso sì, Madonna no: assessore Rossi... e le pari opportunità? PDF Stampa E-mail
Martedì 09 Marzo 2010 19:59

“Impiegata punita per un ‘santino’ ” si legge così su La Nazione di sabato 27 febbraio 2010 a pagina 21. E’ successo ad una dipendente di un dipartimento dell’ospedale fiorentino di Careggi che aveva messo un’immagine della Madonna di Fatima in una bacheca. Come spiega il sindacalista CISL Franco Pietrangeli nel succitato articolo, esiste una circolare che vieta di esporre immagini non inerenti al lavoro, ma tutti hanno continuato ad esporre immagini di figli ed altro genere senza che l’Azienda sia mai intervenuta. Solo la signora devota alla Madonna è stata richiamata.

Chissà cosa dirà il candidato presidente del PD per la Regione Toscana, e attuale assessore alla sanità Enrico Rossi che, folgorato sulla via del fiorentino palazzo Strozzi Sacrati, piazza del Duomo 10, sede della presidenza della Regione Toscana, pur dichiarandosi non credente, si affrettò subito, in prima pagina di Toscana Oggi, il settimanale cattolico della Toscana nel numero del 22 novembre 2009 (dopo la designazione da parte del PD…), a prendere posizione in favore del Crocifisso, quando quest’ultimo fu destinato ad essere tolto dalle aule scolastiche da un provvedimento della Corte europea dei diritti dell’uomo. Il voto di una frangia di cattolici vale eccome la difesa del Crocifisso!

Ma nel caso del provvedimento contro l’impiegata che aveva affisso l’immagine della Madonna di Fatima, l’assessore alla sanità Enrico Rossi non è intervenuto. Forse sarà dovuto al fatto che la Madonna vale meno del Crocifisso? Non crediamo. Senz’altro l’assessore Rossi è per le pari opportunità!!!

Ma intervenire contro chi ha mandato la nota disciplinare (chiamata “rimprovero” o “censura”) è molto pericoloso, in quanto si tratta dell’Azienda sanitaria di Careggi, il più grande presidio ospedaliero della Toscana. E qui sta il nocciolo. Come si fa a mettersi contro tanta potenza in tempi di elezioni?

Ci sono dei momenti nella vita in cui è meglio tacere e non toccare argomenti scomodi. Per Rossi è uno di questi momenti. Con buona pace della Madonna di Fatima e degli elettori cattolici che lo votano.

Isaia

 
© 2008 impegnopersiena