Parcheggi gratuiti all'ospedale: cominciamo a fare un po' di storia... PDF Stampa E-mail
Archivio - Politica
Giovedì 11 Novembre 2010 18:23

Il PD ha improvvisamente scoperto il tema della gratuità dei parcheggi all’ospedale Santa Maria alle Scotte, dopo che per anni aveva invece sempre respinto tale gratuità, bollando le varie iniziative proposte periodicamente in consiglio comunale dalle Liste Civiche Senesi come “strumentali”.

Solo oggi, praticamente alla vigilia delle elezioni comunali, il segretario cittadino del PD, Alessandro Mugnaioli, scopre improvvisamente che bisogna “rendere gratuiti tutti i parcheggi nelle strutture ospedaliere” e che “la città deve promuovere un gesto di rispetto verso i malati e verso coloro che li vanno a trovare”. Belle parole. Peccato, che nei dieci anni in cui il sottoscritto ha presentato a più riprese mozioni e interrogazioni sulla gratuità dei parcheggi al policlinico, il partito di Mugnaioli, nel tempo il PDS, DS e poi PD, ha sempre risposto picche. Di queste varie iniziative consiliari avremo modo di riparlare prossimamente.

 

 

Per ora è importante ricordare che nel programma del sindaco Cenni, votato dal partito di Mugnaioli (allora era il DS) il 27 giugno 2006, non c’è traccia della gratuità dei parcheggi alle Scotte, e va sottolineato che questa assenza è una delle poche cose contenute nel programma e rigorosamente rispettate dall’azione della giunta Cenni.

Ci tengo anche a ricordare che la prima mozione presentata ed illustrata in consiglio comunale dal sottoscritto, il 12 giugno 2001, richiedeva la gratuità dei parcheggi all’ospedale, e venne respinta dal partito di Mugnaioli (allora era il PDS), ottenendo, al momento del voto, 17 voti a favore, 19 voti contrari, e 3 astensioni.

 

 

In tale documento, nella premessa, si leggeva fra l’altro che “nessuno si reca al policlinico per divertimento o per passatempo; non certo i medici, gli infermieri, gli impiegati che vi lavorano, né gli studenti che vi frequentano i corsi universitari; non certo gli utenti che lo raggiungono per ricoveri, medicazioni, analisi, accertamenti o visite specialistiche; tantomeno coloro che vanno a far visita a familiari o amici”. E nel dispositivo della mozione si impegnavano il sindaco e la giunta comunale ad attivarsi urgentemente per “prendere i necessari contatti con la Siena Parcheggi e con ogni altro interlocutore abilitato a trattare, affinché tutti i parcheggi nella zona attigua e circostante il policlinico delle Scotte siano resi completamente gratuiti nel più breve tempo possibile”, e a “dare disposizione ai competenti uffici comunali affinché sia realizzato immediatamente un progetto per l’ampliamento dei parcheggi nell’area del policlinico”. A quella mozione bocciata hanno fatto seguito dieci anni di perdite di tempo, di disagi crescenti per i cittadini, di balzelli per andare all’ospedale.

E’ anche da ricordare che nel 2008 il Movimento Cristiano Lavoratori di Siena raccolse centinaia di firme dei cittadini e del personale ospedaliero per chiedere la gratuità dei parcheggi all’ospedale Santa Maria alle Scotte, consegnandole poi al Comune. Al quale la petizione non ha fatto neanche il solletico…

Marco Falorni - IPS  

 
© 2008 impegnopersiena