Siena ha celebrato il Patrocinio di Maria, unica regina della città PDF Stampa E-mail
Domenica 22 Settembre 2019 12:12

Come ogni 22 settembre, è stata celebrata, nella splendida cappella interna del palazzo Pubblico, la messa per la Madonna del Patrocinio, e quest’anno, per la prima volta, presieduta dal nuovo arcivescovo monsignor Augusto Paolo Lojudice. Alla presenza delle autorità comunali, civili e militari, l’arcivescovo ha commentato, con parole semplici e chiare  un significativo passo del Vangelo di Luca. Ha sottolineato alcuni concetti fondamentali per un cristiano, ed in particolare per un amministratore cristiano, parole che hanno toccato tutti i presenti.

 

 

La bella tradizione di celebrare la Madonna del Patrocinio, patrona e regina di Siena, è andata avanti nei secoli granducali, anche perché in questo modo i senesi volevano sottintendere che la vera regina della città era una sola, e che i granduchi ne erano solo temporaneamente gli "amministratori". Diverso il clima con l'avvento della monarchia nazionale, probabilmente perché il re d'Italia non ammetteva la "concorrenza" di una regina celeste, e soprattutto per l’avvento al potere di una classe dirigente liberale e marcatamente laicista. Poi, cambiati i tempi, la tradizione venne ripristinata nel 1928 per volontà del podestà Fabio Bargagli Petrucci, e tuttora prosegue.

 
© 2008 impegnopersiena