Ok ad una via di Siena intitolata ai Martiri delle foibe, è un fatto storico PDF Stampa E-mail
Archivio - Politica
Domenica 24 Febbraio 2019 11:42

Durante la seduta consiliare del 21 febbraio 2019, l'assemblea ha approvato la mozione sull'intitolazione di una via o piazza senese ai Martiri delle foibe, sottoscritta  da vari consiglieri comunali di maggioranza.

Si tratta di un grande passo avanti sul piano culturale, prima ancora che politico, a maggior ragione se si considera che il documento ha avuto la stragrande maggioranza dei voti (un solo voto contrario), compresi quelli del PD. Un fatto storico, indubbiamente.

 

 

Eleonora Raito, partendo dalla legge che ha istituito il Giorno del Ricordo, il 10 febbraio, una ricorrenza che “si propone di conservare e rinnovare la memoria degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo degli istriani, fiumani e dalmati, nel secondo  dopoguerra. Circa 20 mila persone persero la vita nelle cavità carsiche istriane, mentre circa 300 mila furono costrette ad abbandonare la propria terra per evitare i massacri”.  Per far conoscere alle vecchie e nuove generazioni questa triste vicenda e coltivarne la memoria, è stato chiesto l'impegno del sindaco e della giunta “a individuare una strada o una piazza da intitolare ai Martiri delle foibe”. La consigliera ha, inoltre, richiesto che venga scelto anche un luogo dove installare una targa o un cippo commemorativo a ricordo.

L’atto è stato arricchito da un emendamento a firma di Alessandro Masi (PD), con il quale si è chiesto l’impegno affinché anche il Comune assuma un ruolo attivo per programmare periodici momenti di approfondimento dei fatti e delle testimonianze della tragedia delle foibe, anche in collaborazione con le Università di Siena e le realtà culturali cittadine, promuovendo anche la visita dei luoghi di queste sofferenze.

 
© 2008 impegnopersiena