Presentato il libro di Franco Banchi sulla buona politica PDF Stampa E-mail
Domenica 23 Settembre 2018 10:34

Il tempo dei costruttori” è il titolo del libro di Franco Banchi, edizioni del Faro, presentato nell’auditorium di Mia Radio nella sede di piazza dell’Abbadia, il 21 settembre scorso. Il libro traccia il percorso che conduce l’uomo alla politica, paragonando quest’ultima all’architettura, cioè evidenzia la strada che porta alla costruzione di una buona politica, la quale deve essere al servizio della comunità per migliorarne la vita. Marco Falorni, presidente cittadino del Movimento cristiano lavoratori, ha messo in risalto le molte e affascinanti citazioni che il testo riporta, mettendo in rilievo la figura di Antoni Gaudì, l’architetto catalano, autore della Sagrada Familia di Barcellona, edificio che racchiude e fonde in sé valori religiosi, architettonici e filosofici. Il lavoro del professor Franco Banchi può essere riassunto con un aneddoto; se ad un operaio che spacca le pietre, gli viene chiesto che fai, egli risponde: “costruisco una cattedrale”. Qui sta il significato di questo lavoro. I nostri tempi sono caratterizzati da un disprezzo per la politica da molta parte dell’opinione pubblica, ebbene è proprio questo tempo che deve essere impegnato alla costruzione di una buona politica per amministrare meglio le nostre città e il nostro Paese.

 

 

Questo libro può essere definito il manuale del buon politico, non di quel politico che basa esclusivamente la sua azione su ciò che il popolo vuol sentirsi dire, col solo scopo di ottenere più consensi. Il messaggio che ci viene da questo libro è che la politica ha bisogno della cultura che è propedeutica all’attività politica stessa. “Il personaggio politico non dotato di una preparazione culturale almeno sufficiente, rischia di provocare disastri alla sua comunità – ha sottolineato Falorni nel suo intervento – Le scelte del buon politico, che pure devono contenere il requisito della concretezza, non possono essere orientate solo da un arido pragmatismo e tecnicismo, ma devono essere supportate dalla profonda assimilazione dei valori umani e da un bagaglio di conoscenze dal quale possa scaturire con naturalezza la rotta da seguire”. Oggi troppi dei nostri politici mancano di una formazione culturale adeguata, per cui ci ritroviamo con una classe dirigente non all’altezza del compito che è chiamata a svolgere.

L’incontro è stato introdotto da Umberto Viliani, presidente regionale del Movimento cristiano lavoratori, il quale ha sottolineato l’importante significato di promuovere questi incontri. “Siamo reduci dall’annuale incontro di Senigallia, dove si è parlato di diritti e di doveri, dove a volte i diritti sono solo i desideri di alcuni”. Ma a Senigallia si è parlato anche di Europa. “Il Movimento cristiano lavoratori è europeista, ma l’Europa che ci piace è quella che si rifà ai fondatori De Gasperi, Schuman, Adenauer – ha proseguito Viliani - non quella di Ventotene”.

Durante gli interventi è stata ringraziata la Diocesi di Siena, che ha concesso la sala, il dottor Lorenzo Sbolgi caporedattore della emittente diocesana Mia Radio che trasmetterà la registrazione dell’incontro. Sono intervenuti i consiglieri comunali Fabio Massimo Castellani, Laura Sabatini e Federico Minghi.

Franca Piccini

 
© 2008 impegnopersiena