Sinistrati PDF Stampa E-mail
Domenica 01 Aprile 2018 16:18

I

A Siena chi comanda? Ma, da tanto,
direi da sempre, c’è la stessa gente,
la falce ed il martello, che frattanto
hanno cambiato nome come niente

più d’una volta. Guasi per incanto,
anche se ci hanno più d’una corrente,
quando c’è l’elezioni, quest’è quanto,
tutti per il partito, fedelmente.

Sarà clientelismo fatto bene,
le più meglio poltrone pei potenti
e a quell’altri il boccone che conviene?

Sta di fatto hanno vinto sempre loro,
con i Senesi felici e contenti,
ammaestrati a cantare nel coro.

II

Ho sentito parlare d’un sondaggio,
un lo so chi l’ha fatto e l’ha ordinato,
ma ‘l Valentini anche a questo viaggio
si presenta per esse’ ‘ncoronato,

è sicuro che ci abbia ‘l gran vantaggio
d’essesi a governare abituato
e a destreggiassi con quell’ingranaggio
che mi pare piuttosto complicato.

Come? C’è stato quell’inconveniente
del Monte a terra? So’ tempi passati!
E poi il Piddì, lui dice, un c’entra niente,

i compagni si so’ ben comportati
e del resto ai Senesi, brava gente,
gli sta bene restare sinistrati.

 

Beppe Pallini (30 Marzo 2018)

Sonetto tratto da www.ilpalio.org

 
© 2008 impegnopersiena