Johannes Jorgensen, "innamorato" di Santa Caterina al Chiusarelli PDF Stampa E-mail
Venerdì 20 Gennaio 2017 16:13

Una bella lapide all’ingresso dell’hotel Chiusarelli, apposta nel 2006, ci ricorda che proprio lì, nei primi anni del ‘900, è stata scritta una delle più belle biografie di Santa Caterina da Siena. Ne fu autore, durante il suo prolungato soggiorno a Siena, lo scrittore, poeta e storico danese Johannes Jorgensen (1856-1956) uno dei più grandi letterati della Danimarca, innamorato dell’Italia, che considerò la sua seconda patria. Di religione protestante e di idee socialiste, poco prima dei trent’anni Jorgensen ebbe una profonda conversione religiosa e culturale, divenne cattolico, si recò ad Assisi, rimase folgorato dal messaggio di San Francesco, e di lui scrisse una biografia che fu molto apprezzata. Successivamente approfondì anche le figure di altri grandi santi, a partire da Santa Caterina da Siena, e scrisse pure le biografie di Santa Brigida di Svezia e di San Giovanni Bosco.

 

 

Il soggiorno senese di Jorgensen, che alloggiava all’hotel Chiusarelli (che egli definì “la pace di Siena”), fu operosissimo, con lo scrittore sempre impegnato in biblioteche ed archivi. La sua biografia cateriniana è stata ristampata nel 2016 dall’editore senese Cantagalli, curata dai padri domenicani Alfredo Scarciglia e Giuseppe Di Ciaccia. Presso il chiostro di San Domenico le opere dello Jorgensen sono state più volte ricordate, anche con la presenza di studiosi danesi e del console di Danimarca in Italia, e a margine di una di queste occasioni, nel 2006, fu scoperta la bella lapide sulla facciata del Chiusarelli.

Senio Ghibellini

 
© 2008 impegnopersiena