Altoparlanti per il Palio: forse è il caso di saperne un po’ di più PDF Stampa E-mail
Lunedì 29 Agosto 2016 10:42

Una interrogazione in merito alla prevista installazione di altoparlanti sul palazzo Pubblico in occasione dei pubblici spettacoli fra cui i Palii è stata depositata dai consiglieri comunali Marco Falorni, Andrea Corsi e Massimo Bianchini. Qui di seguito eccone il testo.

 

 

Premesso:

- Che con deliberazione numero 232 del 30 giugno 2016 la Giunta comunale ha deciso di acquistare e mettere in opera un impianto di segnalazione acustica da attivare nei casi di emergenza, per una spesa prevista di euro 19.000,00 per fornitura e montaggio, e che la realizzazione del progetto determinerà oneri indotti annuali pari a euro 1.200,00;

- Che con atto dirigenziale n. 1171 del 3 agosto 2016 del Servizio logistica e ambiente è stato determinato di approvare, per la realizzazione del citato progetto, una spesa di euro 29.831,44;

CHIEDIAMO al sindaco:

- Per quale motivo per la realizzazione del progetto esiste una discrasia tangibile, pari ad euro 10.831,44 fra la spesa prevista dalla delibera di giunta 232/2016 ed il collegato atto dirigenziale 1171/2016;

- Se la fornitura degli altoparlanti è già stata pagata e se l’impianto di segnalazione acustica è già nella disponibilità del Comune;

- Se l’installazione degli altoparlanti è stata una iniziativa del Comune stesso o se è stata proposta o richiesta da altra autorità competente (Prefettura, Questura);

- Se, prima di procedere all’affidamento della fornitura, l’iniziativa è stata o meno discussa con le Contrade e, per gli aspetti relativi all’impatto ambientale, con la Soprintendenza;

- In capo a quale figura professionale risiederà la responsabilità di attivare, ed in quale forma, l’impianto di segnalazione acustico, e da dove saranno eventualmente diramate le opportune segnalazioni agli spettatori presenti in piazza del Campo;

- Se non si ritiene potenzialmente pericolosa la semplice attivazione dell’impianto, che potrebbe di per sé, prima ancora di effettuare le relative comunicazioni, innescare meccanismi di panico collettivo, con quel che segue”.

 
© 2008 impegnopersiena