E’ l’ora di fare qualcosa per il problema dei piccioni, è possibile trasferirli PDF Stampa E-mail
Giovedì 18 Agosto 2016 14:45

I consiglieri comunali Marco Falorni (Impegno per Siena), Massimo Bianchini e Andrea Corsi (L’Alternativa) hanno presentato una interrogazione in merito al problema dei piccioni in città e al loro possibile trasferimento. Eccone il testo.

 

 

Premesso:

- Che l’eccessiva presenza di piccioni in città costituisce un oggettivo pericolo, sia per la salute pubblica che soprattutto per il deterioramento arrecato ai monumenti dal guano dei volatili;

- Che di ciò è consapevole l’amministrazione stessa, visto che, fra le segnalazioni effettuate all’UNESCO, ha inserito, fra i punti di debolezza della città, l’ “inquinamento del patrimonio culturale (monumenti, fontane, arredi urbani) derivante dalla forte presenza di colombi (eccessivo accumulo guano)”;

- Che alcuni comuni della nostra provincia, fra cui quello di Pienza, si sono rivolti ad una azienda specializzata che, a costi sostenibili, effettua la cattura ed il trasferimento dei piccioni, il tutto nel perfetto rispetto delle norme vigenti, operazione che ha trovato la piena soddisfazione della cittadinanza e dei turisti;

CHIEDIAMO al sindaco:

- Se intende prendere in considerazione le positive esperienze svolte in altre realtà, anche vicine a noi, oppure se intende continuare con le sterili operazioni di “monitoraggio” che finora non hanno minimamente risolto il problema dei piccioni in città”.

 
© 2008 impegnopersiena