Zitti zitti, piano piano, segati altri alberi a San Prospero PDF Stampa E-mail
Vedochiaro
Sabato 17 Luglio 2010 10:46

Il posto è piazzetta IV Novembre, a San Prospero. Nelle aiuole che guardano il viale Vittorio Veneto sono stati segate almeno cinque piante di alto fusto, che prima facevano da corona all’alberone centrale. Ed ora non ci sono più, sono state segate al pedano, così bene che si fatica a vedere i ceppi nascosti fra le erbe. A chi davano noia questi alberi? Forse disturbavano il panorama a qualcuno?

 

 

E così, zitti zitti, piano piano, senza far tanto baccano, continua la quotidiana strage di alberi senesi, laddove per senesi si intende proprio “residenti” in città, nei giardini, nelle aiuole, nelle scarpate, ai lati delle strade cittadine.

 

 

 Quanti alberi superstiti riusciranno a sopravvivere fino alla primavera del 2011?

Vedochiaro

 

 
© 2008 impegnopersiena