Falorni risponde a Barzanti: su Oriana Fallaci nessuna "gazzarra" PDF Stampa E-mail
Archivio - Politica
Martedì 26 Gennaio 2016 11:10

Nell’articolo sulla toponomastica pubblicato sul Corriere di Siena, mi è dispiaciuto leggere parole inappropriate scritte da Roberto Barzanti, lui solitamente così misurato nel suo lessico giornalistico. Mi riferisco al brano in cui Barzanti scrive che la toponomastica è tornata ad essere “campo di battaglia ideologica, in modi grezzi e spiacevoli. Penso alla gazzarra inscenata per chiedere di dedicare una via a Oriana Fallaci”.

 

 

Ora, siccome tale richiesta l’ho fatta io, posso assicurare di non aver usato modi grezzi e spiacevoli, non è mio costume, né di aver inscenato una gazzarra, ma anzi di aver usato toni pacati ed argomenti niente affatto ideologici, ed i verbali ufficiali di consiglio e lo streaming nel sito del Comune possono confermarlo. In aula ho parlato dell’intera vita di Oriana, e solo a margine dei suoi ultimi anni, usando praticamente le stesse parole che avevo pronunciato dieci anni prima nella stessa sede. E identica è stata la risposta dell’amministrazione: la Fallaci non c’entra niente con Siena. Un argomento, quello dell’amministrazione, e sono certo che Barzanti concorderà, di rilievo intellettuale non molto elevato.

Marco Falorni

 
© 2008 impegnopersiena