Falorni (IPS): “Ma con le bici per il corso si può fare quello che si vuole?” PDF Stampa E-mail
Mercoledì 18 Novembre 2015 14:44

Il consigliere comunale Marco Falorni, capogruppo di Impegno per Siena, ha presentato una interrogazione al sindaco in merito alla circolazione delle biciclette in via Banchi di Sopra e via Pianigiani. Qui di seguito eccone il testo.

 

 

Premesso:

- Che con delibera di giunta n. 97 del 27 febbraio 2014 è stato permanentemente vietato il transito alle biciclette in alcune aree comprese nella ZTL, fra cui via Banchi di Sopra;

- Che tale disposizione è stata ribadita nella ordinanza del comandante della polizia municipale n. 5/D del 31 marzo 2014;

- Che via Pianigiani è in tutto assimilabile al cosiddetto “corso”, in quanto il flusso pedonale è consistente e di analoga intensità rispetto a via Banchi di Sopra, anche per la presenza di numerosi negozi, fra cui un notevole polo di attrazione nel settore alimentare e gastronomico;

Constatato:

- Che all’inizio di via Pianigiani è posto un cartello di divieto di transito, fatta eccezione per alcune categorie di veicoli, fra cui le biciclette;

- Che nella realtà le biciclette, talvolta anche in gruppi e con i ciclisti in tenuta da professionisti, circolano tranquillamente sia in via Banchi di Sopra che in via Pianigiani, anche in senso vietato, non raramente a velocità abbastanza sostenuta, e di notte spesso senza fanale acceso o addirittura prive di fanale, cosicché le stesse, non solo non si sentono, ma neppure si vedono arrivare;

SI CHIEDE

Al signor sindaco:

- Se non ritiene opportuno includere anche via Pianigiani nell’area preclusa al transito delle biciclette;

- Quale atteggiamento tiene, nella suddette vie, la polizia municipale nei confronti dei ciclisti, se sono state elevate multe ai trasgressori, ed in quale numero”.

 
© 2008 impegnopersiena