Arco peruzziano: non è cemento, è malta di calce. Ah, beh, allora… PDF Stampa E-mail
Martedì 13 Ottobre 2015 14:11

E’ ormai datato l’allarme lanciato da “Italia Nostra” di Siena, ripreso in molti articoli di giornale e rimbalzato più volte anche in consiglio comunale, sulle condizioni degradate dello storico arco peruzziano in strada di Petriccio e Belriguardo. In aula l’assessore Maggi aveva dato assicurazioni di interessamento, ma niente finora era stato fatto.

 

 

“Colata di cemento su arco peruzziano” è il titolo dell’articolo del Corriere di Siena del 12 ottobre 2015 a pagina 8, in cui si descrive l’intervento, a dir poco antiestetico, del Comune per la “messa in sicurezza” dell’arco. “Non è cemento ma malta di calce” precisa l’assessore Maggi sul Corriere di Siena di martedì 13 ottobre 2015. Allora c’è da sentirsi riavere. Se non è zuppa è pan bagnato: l’obbrobrio antiestetico a danno della struttura cinquecentesca resta. Insomma, non può bastare la precisazione borbottata dall’assessore.

La verità è che si è trattato di un intervento d’urgenza, e quindi tirato via, non avendo ascoltato gli appelli che erano arrivati numerosi sui tavoli dell’amministrazione. Ancora una volta la giunta Valentini dimostra la sua inadeguatezza, prima di tutto sul piano culturale, per amministrare una città complessa e delicata come Siena. Ma tanto i senesi digeriranno anche questa, non c’è problema.

Impegno per Siena  

 
© 2008 impegnopersiena