I cipressi rischiano di scomparire. Che fa il Comune per tutelarli? PDF Stampa E-mail
Venerdì 21 Agosto 2015 13:45

Una interrogazione al sindaco in merito alla tutela delle piante di cipresso è stata presentata dal consigliere comunale Marco Falorni, capogruppo di Impegno per Siena. Qui di seguito eccone il testo.

 

 

Premesso:

- Che il cipresso, pianta nobilissima, è molto presente in tutta la Toscana, e più che mai nel territorio senese, tanto che contribuisce in modo determinante all’identità di un paesaggio che anche per questo è famoso in tutto il mondo;

- Che da qualche mese i cipressi, in tutte le province toscane, sono infestati da un pericoloso afide, che attacca la corteccia degli alberi e libera sostanze tossiche, provocando il rapido essiccamento della chioma, e che sono state già colpite mortalmente migliaia di piante;

- Che esistono le cure per tutelare i cipressi, attraverso la somministrazione di appositi insetticidi;

- Che la recrudescenza della malattia dei cipressi è finora passata sotto silenzio, con la quasi totale inerzia degli enti locali toscani;

 

 

CHIEDO al sindaco:

- Quale sia la situazione dei cipressi nel territorio comunale di Siena, e se la stessa può essere ulteriormente monitorata;

- Quali interventi di cura sono previsti, anche in collaborazione con altri enti competenti;

- Quali azioni sono previste per sensibilizzare le autorità competenti, a livello regionale e statale, su questo problema che è vitale per conservare la qualità dell’ambiente toscano e senese.

Marco Falorni - Impegno per Siena

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
© 2008 impegnopersiena