Sede Usl di serie B e zoccoli duri di serie A PDF Stampa E-mail
Lunedì 15 Giugno 2015 09:27

Non è bastato il “regalo” del presidente della Regione Enrico Rossi alla città di Arezzo, annunciato nei quindici giorni che separavano il primo turno delle elezioni comunali dal ballottaggio. Il “regalo” era appunto la sede della “grande Usl”, non a Siena, ma ad Arezzo. A Siena Rossi aveva già incassato il risultato, quindi Siena poteva essere messa da parte, come sempre del resto, tanto qui gli zoccoli son duri, e puntare su Arezzo, dove il pimpante renziano Matteo Bracciali era in vantaggio alle elezioni comunali.

 

 

Ma fare i coperchi è più difficile che fare le pentole e gli aretini, a differenza di altri,  hanno dimostrato di non farsi comprare con un piatto di lenticchie. Quindi il piano di Rossi per dare una mano a Bracciali è andato in fumo e ad Arezzo ha vinto Ghinelli. Intanto Siena è beffata e declassata a sede Usl di serie B. Ora vedremo se il presidente Rossi manterrà la promessa di “regalo” ad Arezzo, oppure ci ripenserà.

Ciliegina sulla torta: il PD ha perso anche a Matera, la capitale europea della cultura a danno di Siena. Visto come sono acculturati, si ritiene che gli abitanti di Matera siano anche intelligenti. Il PD non potrà dire che il popolo ha sbagliato, no?

Cassandra

 
© 2008 impegnopersiena