La Mens Sana è una fede... che può fare anche a meno del Pala Arbia PDF Stampa E-mail
Vedochiaro
Lunedì 05 Luglio 2010 14:05

Vedochiaro ha letto con interesse, sul Corriere di Siena del 27 giugno 2010, che la Mens Sana Basket ha avuto, nella regular season 2009-2010, un totale di 70.618 spettatori, con una media a partita di 5.044. Che per una città piccola come Siena, anche se campione d’Italia, non sono davvero pochi.

A Vedochiaro è venuta voglia di approfondire, anche se non è esperto di numeri come il bravo collaboratore Leonardo Fibonacci. Riguardando i tabellini comunicati da La Nazione (almeno quelli in cui sono specificate le presenze), recanti dati evidentemente forniti dalla società, la media degli spettatori verrebbe di 4.300 circa, andando da un massimo della partita con Varese (5.043) a un minimo delle partite con Montegranaro e Cremona (3.200 ciascuna). E’ però vero che al cronista mancano gli spettatori registrati in tre partite: quelle con Bologna, Pesaro e Treviso, e la media può sicuramente cambiare.

A questo punto, la curiosità è la seguente: se il Palasclavo, stando a quanto segnalato dal sito internet della Lega Basket, ha una capienza di 5.070 posti, e considerando che nella grande maggior parte delle partite interne gli spettatori sono rimasti sotto i 5.000, e spesso anche nettamente, in quali partite si sarebbe invece andati ben oltre questa soglia, per fare la media di 5.044? In altre parole: se la media è effettivamente di 5.044, allora si potrebbe ipotizzare che in alcune partite gli spettatori siano stati oltre la capienza del palasport. Giudicando a “occhio nudo”, per la verità, non sembrava, ma si sa che le apparenze possono ingannare.

 

 

Altra annotazione statistica interessante, che si ricava da Il Cittadino Online del 30 giugno 2010, è relativa al dato delle partite interne nei play off, quando la Mens Sana Basket avrebbe avuto una media spettatori di 3.183, cioè di ben 1.861 spettatori in meno, a partita, rispetto alla media della regular season. Un dato davvero strano, ma la matematica, come si dice, non è un’opinione.

Al termine di questi interessanti conteggi, la domanda di fondo è la seguente: ma è proprio necessario il Pala Arbia da 11.000 posti? La risposta sembrerebbe evidente. Ed in ogni caso ci ha pensato opportunamente la Mens Sana Basket, secondo quanto si è letto su La Nazione Siena del 21 giugno 2010, a tagliare la testa al toro, affermando che “non chiederà alle istituzioni e alla città 60 milioni (di euro, ndr) per il nuovo palasport”. Che dire? Una decisione davvero saggia, addirittura sacrosanta, specialmente se si considera che viviamo in tempi di crisi economica, in tempi in cui alle famiglie senesi vengono richiesti, fra l’altro, sostanziosi aumenti delle tariffe per pulmini e mense scolastiche, per le rette delle residenze assistite, e via dicendo.

Vedochiaro

 
© 2008 impegnopersiena