Il campino di San Prospero è diventato una pista da ciclocross... PDF Stampa E-mail
Vedochiaro
Mercoledì 02 Giugno 2010 13:35

Il posto è il parcheggio sotto la Fortezza, realizzato in quello che una volta era il glorioso campino di San Prospero, uno spazio verde in cui generazioni di senesi hanno giocato a calcio da ragazzi. La pavimentazione è in condizioni penose. Al di là dell’aspetto indecoroso, non per Siena, ma per qualsiasi città capoluogo di provincia del mondo occidentale nel terzo millennio, il fatto è che il pericolo, per i pedoni, soprattutto per gli anziani, ma non solo, è evidente, evidentissimo. E laddove non ci sono buche, trappole e scatafossi, si è provveduto a coprire gli scempi con delle pietose toppe di orrendo catrame. Non ci sono parole. Sarebbe questa la Siena “sana, sicura e sostenibile”? E pensare che anche il sindaco, probabilmente, qualche volta ci mette la macchina (!?).

 

 

Il vicesindaco ha detto recentemente che, per sistemare strade e marciapiedi, avrebbe bisogno di 10 milioni di euro all’anno! Non è chiaro se per pavimentarli con asfalto o con tappeti persiani… Ma al di là di questo, il fatto è che tale cifra l’ha già avuta, e non da ora. In otto anni il Comune ha avuto dalla Fondazione oltre 80 milioni di euro per la manutenzione della città! E i risultati sarebbero quelli che mostrano le foto?

 

 

Postilla: nel programma del sindaco, approvato a maggioranza dal consiglio comunale nel giugno 2006, stava scritto: “trasformazione del parcheggio dell’ex Campino San Prospero in area verde attrezzata per bambini”. Bene. Quest’area verde… dov’è?

I senesi hanno tempo per rifletterci fino al 2011. Ma è già suonato il gong dell’ultimo giro…

Vedochiaro

 

 
© 2008 impegnopersiena