Una figlia e una nipote di Alessandro Manzoni sepolte nel chiostro dei Servi PDF Stampa E-mail
Venerdì 19 Febbraio 2016 13:42

Sapete perché la piazza antistante la basilica dei Servi è intitolata ad Alessandro Manzoni? Perché a Siena vissero due figlie - Matilde e Vittoria – dell’autore de “I promessi sposi”, e perché nel chiostro del convento dei Servi sono sepolte la figlia Matilde e la nipote Luigina, figlia di Vittoria.

Al chiostro, ora tamponato, si accede dall’ingresso a destra della facciata di Santa Maria dei Servi, sopra la scalinata.

 

 

Le due commoventi lapidi si trovano una sopra all’altra. Matilde Manzoni, ultimogenita dei dieci figli di Alessandro ed Enrichetta Blondel, di salute delicata, viveva a Siena insieme alla sorella Vittoria, che era andata sposa a Giovanni Battista Giorgini (1818-1908), professore di diritto, per un periodo anche all’ateneo senese, e successivamente senatore del Regno d’Italia dal 1872. Matilde (nata nel 1830) si ammalò di tubercolosi, e morì a Siena nel 1856; l’iscrizione sulla sua lapide fu dettata dallo stesso Alessandro Manzoni.

Vittoria Manzoni (1822-1892) fu l’unica delle tre figlie di Alessandro Manzoni (morto nel 1873) a sopravvivergli. Nel 1846 sposò Giovanni Battista Giorgini, allora giovane docente, ed impegnato politicamente con idee liberali moderate. La prima figlia della coppia, Luigina, nata nel 1847, a soli dieci anni, nel 1857, morì a Siena di scarlattina. Della piccola Luigina Alessandro Manzoni aveva in più lettere tessuto le lodi.

Senio Ghibellini

 
© 2008 impegnopersiena