"Il giorno della civetta", e della verità PDF Stampa E-mail
Giovedì 26 Aprile 2012 19:26

Leonardo Sciascia, ne “Il giorno della civetta”, mette in bocca a Don Mariano una famosa  divisione dell’umanità in cinque categorie.

Per Don Mariano, dunque, l’umanità si divideva così: “gli uomini, i mezz'uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) pigliainculo e i quaquaraquà... Pochissimi gli uomini; i mezz'uomini pochi, ché mi contenterei l'umanità si fermasse ai mezz'uomini... E invece no, scende ancora più in giù, agli ominicchi: che sono come i bambini che si credono grandi, scimmie che fanno le stesse mosse dei grandi... E ancora di più: i pigliainculo, che vanno diventando un esercito... E infine i quaquaraquà: che dovrebbero vivere come le anatre nelle pozzanghere, ché la loro vita non ha più senso e più espressione di quella delle anatre...».

 
© 2008 impegnopersiena